Venerdì, 31 Luglio 2015 09:00

Stacchiotti papà e capitano

Scritto da 

Sta vivendo attimi di grande gioia, sia personale che professionale, in queste ore il difensore biancazzurro Roberto Stacchiotti. Il centrale del Pineto col vizio del goal (sei realizzati nella passata stagione) stavolta ne ha messi a segno addirittura due in un colpo solo.

Il 27 luglio è un giorno che Roberto Stacchiotti di certo non dimenticherà: infatti proprio di queste ultime ore la notizia da parte di mister Giuseppe Donatelli e del suo entourage tecnico di promuovere il forte difensore abruzzese a capitano della competitiva squadra biancazzurra. Ma, soprattutto, sempre il 27 luglio, è datata la notizia più bella ed emozionante che qualsiasi uomo possa ricevere nella vita: a circa un anno di distanza dalle nozze con la sua Angela, lo scorso luglio 2014, all’Ospedale della Val Vibrata di Sant’Omero, all’interno di una delle nuove rinnovate sale parto, è nata la piccola Chloe. 

Una creaturina di kg 2,700, concepita con parto naturale, per la gioia di mamma e papà. Per il difensore, che ha voluto assistere al parto, è il primo figlio. “Sono felicissimo di essere voluto rimanere in sala parto – ci racconta raggiante e visibilmente commosso–è stata un’emozione fortissima che non si riesce a raccontare a parole, bisogna viverla. Quando ho visto la testolina di Chloe sono rimasto in assoluto silenzio, non sono riuscito a dire nemmeno una parola. È un’esperienza spettacolare, unica e indescrivibile, la più bella della vita. Ringrazio i medici dell’ospedale, gli infermieri e tutti coloro che sono stati vicini a mia moglie in questi giorni, che ha potuto partorire all’interno di una struttura nuova, moderna e ben attrezzata”.
Dopo gli allenamenti quotidiani, scanditi in questi giorni dai ritmi dettati dalla preparazione pre-campionato, papà Roberto è sempre corso in ospedale dalle sue donne, che stanno entrambe bene e oggi stesso, dopo i consueti controlli di routine, dovrebbero essere dimesse. 

Dal lato professionale, invece, dopo tre stagioni consecutive ben giocate nel cuore della difesa pinetese, sarà dunque lui ad indossare al braccio, per la prossima stagione ormai alle porte, la fascia di capitano del Pineto e a guidare dentro e fuori dal campo i suoi compagni.

L’esperienza di certo non manca per il difensore classe ’86 con tanta Eccellenza alle spalle, ma il compito non è comunque dei più semplici, a maggior ragione quest’anno, in una stagione in cui società e tifosi si attendono molto dai protagonisti chiamati a scendere in campo domenica dopo domenica.
“Sinceramente non mi aspettavo questa nomina– dichiara ancora Roberto Stacchiotti – quando il mister me lo ha comunicato mi ha fatto molto molto piacere. Questo per me è il terzo anno qui a Pineto, mi sono sempre trovato bene con tutti e continuerò a dare il massimo per la causa biancazzurra. So che quest’anno la società ha investito molto e ci si aspetta tanto da noi, ancora più che gli altri anni, ma la squadra allestita può contare su un organico importante e io sono sicuro che possiamo fare bene. Siamo partiti con il piede giusto -continua il difensore-l’ambiente si è rinnovato, si respira aria di entusiasmo, si vede già che il gruppo c’è ed è un gruppo unito. C’è molta intesa, dentro e fuori dal campo, e quando è così tutto diventa più semplice”.

E allora non possiamo far altro che fare un grande in bocca al lupo a Roberto Stacchiotti e porgere a lui e ad Angela i nostri più sentiti auguri. 

Roberta Di Sante

Letto 632 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti
Blue joomla theme by Template Joomla